Categorie
Benessere

Digital wellbeing: un rapporto sano con la tecnologia

La tecnologia è ormai una costante di tutti gli aspetti, o quasi, della nostra vita. Ha certamente apportato grandi migliorie alle nostre esistenze ma va tenuta sotto controllo, serve un piano di digital wellbeing.

Persino Google, già da un paio di anni, si è accorta della necessità di “regolare” l’approccio degli esseri umani con la tecnologia ed i dispositivi attraverso i quali si sostanzia. Apple, peraltro, ha realizzato un tool in grado di fornirci con costanza i dati che mostrano quanto utilizziamo i nostri dispositivi e con quali caratteristiche.

Leggi l’articolo sul digitale per la ripresa economica

I grandi player del mondo digitale sanno bene che le persone devono avere un rapporto sano ed equilibrato con la tecnologia altrimenti ne soffriranno prima le persone e poi i loro business, magari a causa di qualche limitazione normativa.

Sono un grande sostenitore dell’utilizzo della tecnologia nelle nostre vite, tuttavia serve un piano che mantenga il rapporto in termini di sostenibilità, personale ed ambientale. Una volta fatto questo, scoprirai anche di essere diventato maggiormente produttivo sul lavoro, oltre ad aver ottimizzato anche gli adeguati tempi di “recupero”.

Mi riferisco al fatto che è giusto definire tempi e spazi anche per recuperare se stessi. Passare offline ogni tanto, nel corso della giornata, fa bene a spirito e corpo e ci rende più efficaci al lavoro.

Qualche consiglio utile per il tuo digital wellbeing:

  1. Analizza tempi ed abitudini sui tuoi dispositivi;
  2. Definisci momenti precisi per passare offline;
  3. Rimodula le notifiche dei social network,
  4. Scegli quando leggere e rispondere alle email.

Sono solo alcuni aspetti che puoi curare anche subito per migliorare il tuo rapporto con la tecnologia, rendendolo più sano ed equilibrato così da raggiungere il cosiddetto digital wellbeing.

Spero di esserti stato utile, condividi l’articolo se vuoi. Se ha bisogno di aiuto con il tuo rapporto con la tecnologia scrivimi qui.

Condividilo

2 risposte su “Digital wellbeing: un rapporto sano con la tecnologia”